Taylor Tales: Senza Cuore di Romina Scarpanti – Recensione

Buongiorno lettori! Stamattina sono qui a parlarvi di un piccolo libricino, un’avventura molto particolare, si tratta di un libro per bambini dal titolo Taylor Tales: Senza Cuore scritto da Romina Scarpanti e autopubblicato ad Aprile di questo anno, lo trovate su amazon a questo link: Taylor Tales: Senza Cuore.

Si sa che quando c’è una mummia di mezzo, qualche pazzo sciroccato è sempre pronto a destarla dal suo sonno eterno.
Con quale obiettivo?
Conquistare il mondo, ovviamente!
Ma per fortuna c’è Miss Taylor, un’intrepida e abbondante (nonna) archeologa che può contare sull’aiuto inconsapevole delle sue adorati nipoti: Sophia e Amanda.
A loro ha inviato lo scarabeo, l’unico amuleto in grado di salvare la mummia dal suo destino.
Ma qualcosa va storto e cominciano i veri guai!
Tra frenetici inseguimenti, doti mistiche e svolte inaspettate… l’avvincente saga della famiglia Taylor ha inizio!

Spesso quando si pensa ad un regalo per un bimbo, cerchiamo una storia d’avventura, quando invece è per una bimba pensiamo subito ad una favola con le principesse. Ecco, il libro di cui sto per parlarvi non ha nulla di così convenzionale, è una storia piena d’avventura ma tutta al femminile o quasi!

Ci troviamo nell’antico Egitto, luogo studiato tantissimo nel corso degli anni sopratutto grazie alle conservazioni delle opere d’arte degli antichi egizi e alla perfetta conservazione dei defunti faraoni. Le famose mummie!

Bene, adesso non spaventatevi, non è una storia che fa paura! Le protagoniste sono una bimba, la piccola Maddy e sua sorella maggiore, Sophia. Entrambe appassionate della storia dell’antico Egitto grazie alla nonna, Miss Taylor, che le ha tramandato la sua passione, tutti i suoi racconti e le sue avventure.

Miss Taylor non è una nonna come tutte le altre, è un’archeologa e un’avventuriera. Non riesce mai a stare ferma, sempre a rincorrere ogni possibile indizio per scoprire un altro segreto nascosto dagli egizi. Una super nonna in pratica!

Ma alla piccola Maddy non piace solo studiare l’Egitto, lei passa granparte del suo tempo nel museo! Tanto che ha fatto amicizia, proprio con una mummia! La famosa Mummia a cui è stato rubato il cuore.

Sophia al contrario è più grande e molto più matura, non capisce fino in fondo la sua sorellina. Non è facile per lei essere quella responsabile sopratutto con la nonna scatenata che si ritrovano!

Ma se la mummia non fosse esattamente morta?
Se la nonna nascondesse molti più segreti di quello che sembra?

Vi assicuro che pur essendo una storia per bambini non l’ho trovata per niente banale, anzi, sono stata piacevolmente sopresa. Credo che l’insegnamento principale sia quello di dare una seconda possibilità. Sophia, la sorella maggiore, è una ragazza responsabile e non è facile per lei fidarsi, farebbe di tutto per proteggere la sorellina. Nonna Taylor, però aiuta la ragazza a riflettere e soprattutto a capire che bisogna guardare oltre alla corazza e non fermarsi all’apparenza.

La lettura è scorrevole e incalzante, ho trovato i dialoghi divertenti e semplici da capire. All’interno del libro troverete delle bellissime illustrazioni dell’autrice. Vengono rappresentate alcune scene particolari della storia e sono davvero realistiche e molto colorate. Sono sicura che piacerà ai vostri bambini!

 

Nella tela del tempo di Barbara Nalin – Tappa #7: Citazioni & immagini

Oggi sul blog ospito il blog tour “Nella tela del tempo” di Barbara Nalin. Questa tappa si concentrerà sulle citazioni del romanzo.
Ecco una bella carrellata di immagini ispirate al romanzo!

01 02 03 04 05 06 07

Fantasy/Romance – 314 – cartaceo/ebook – Link d’acquisto – Booktrailer – Pagina Facebook.

bloggMalta, Isola di Comino, Fabrizio Dalle Tele e sua moglie Velata discutono animatamente in seguito all’arrivo di un gruppo di persone il cui destino è profondamente connesso alla storia della loro famiglia e in particolare al rapporto che da decenni li unisce.

Los Angeles, redazione della rivista Magic in Action, Melita Dalle Tele, giovane e talentuosa fotografa, riceve dalla direttrice del giornale l’incarico di recarsi a Malta per raccogliere le prove fotografiche di un mistero custodito nel Ta’ Kola, il mulino di proprietà della famiglia.

Non è facile per lei tornare nel luogo che ha lasciato poco più che adolescente, animata dalla passione per la macchina fotografica e dalla volontà di fuggire da un passato problematico e doloroso.
Inizia così un viaggio alla scoperta di segreti sepolti nel tempo, legati alle vicende dei Cavalieri di Malta. In un’isola la cui storia ha segnato la cultura occidentale si svolgono le avventure della famiglia Dalle Tele, tra amori che sfidano i secoli e intrighi che lasciano il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Ecco il calendario ufficiale del Blog Tour, mi raccomando seguite le tappe e commentate!

  • 2 febbraio – Presentazione blog tour Nella Tela del Tempo di Barbara Nalin (www.flavoriauniverse.com)
  • 4 febbraio – I cavalieri di Malta. La leggenda dietro la storia (www.stefaniasiano.blogspot.com)
  • 9 febbraio – Amori eterni: le coppie del romanzo (www.letazzinediyoko.it)
  • 11 febbraio – Intervista all’autrice (www.lafenicebook.com)
  • 16 febbraio – Presentazione del booktrailer con brano del romanzo (www.sognandotralerighe.blogspot.it/)
  • 18 febbraio – Dream Cast del romanzo: chi potrebbe interpretare i personaggi e perchè? (www.romance-e-non-solo.blogspot.com/)
  • 23 febbraio – Citazioni dal romanzo con immagini (www.leggerecomevolaresenzali.altervista.org/)
  • 25 febbraio – Estrazione vincitore (flavoriauniverse.com)

Per vincere una copia cartacea, partecipa al giveaway, basta qualche like!

a Rafflecopter giveaway

Nome in codice “Nefthe” di Gero Marino – Recensione

12193816_798230150287581_49145194023073827_nSiamo in un ipotetico futuro, precisamente nel 2034. Il nostro protagonista Max, un giovane ricercatore laureato in astrofisica, lavora nella stazione radioastronomica Falcon Zeta della città italiana di Massigallia.

Utilizza con i suoi colleghi un computer di ultima generazione dotato di intelligenza artificiale. Max ha il turno di notte, dorme di giorno e cerca di passare del tempo con la moglie e la sua bambina, per quanto gli è possibile.

Il suo compito nella stazione è quello di analizzare tutti i dati captati dal computer. Quest’ultimo ha la capacità di scandagliare l’universo intorno a noi.

Max, scopre che questo famoso computer non è del tutto normale. E’ così avanzato che riesce in qualche modo a collegarsi con l’operatore che ha di fronte. Capta le caratteristiche, i linguaggi e i comportamenti umani e cerca di riprodurli.

Pian piano, inizia a fidarsi del computer e delle sue scoperte, finché, una notte, da qualche segno di errore. Tutto lascia pensare che abbia ricevuto un messaggio dallo spazio.

Nefthe1Il nostro Max non sa se credere ai suoi occhi, anche nel 2034 ancora non è stata scoperta alcuna forma di vita al di fuori di quella sulla terra. Fare una scoperta del genere e renderla pubblica, genererebbe solo caos e paura.

Nel frattempo, effettua delle ricerche e riesce a dare un nome all’autrice del messaggio. E’ una regina e si chiama Nefthe. Ma da dove viene? Come fa a comunicare? Per Max sono tutte domande senza risposta. E’ curioso, e noi come lui, di sapere di più di questa popolazione dello spazio!

Non voglio rivelarvi di più! Vi dico che è stato bello scoprire, secondo l’idea dell’autore, quali sono le caratteristiche che potrebbe avere un pianeta extraterrestre diverso dal nostro. Ci sono regole diverse, modi di vivere che forse potrebbero essere migliori dei nostri.

Ho adorato la figlioletta di Max e tutta la sua famiglia. Max è un anti-conformista, combatte ironicamente i pensieri chiusi e bigotti della religione del nostro tempo, alla quale è costretto a sottostare per i suoi genitori e per quelli della moglie.

Mi sono piaciuti i riferimenti alla politica e la società odierna, che a quanto pare non riescono a migliorare nemmeno in un possibile futuro.

Vi invito e vi consiglio di scoprire qualcosa di più sul mondo di Nefthe, rappresenta quasi un mondo utopico dove tutto funziona come dovrebbe o come sarebbe logico che funzionasse anche nel nostro mondo.

Vi lascio qui i link per l’acquisto: Amazon

Le citazioni di questo libro: Citazioni ed Estratto

Dello stesso autore: Stanza 19 e Il manoscritto di Jonathan Merris

Nome in codice “Nefthe” di Gero Marino – Citazioni

Prima della recensione di questo libro (che pubblicherò fra qualche giorno) volevo condividere con voi qualche piccola citazione che mi ha colpito particolarmente.
12607119_10207677142040631_1495077688_n
All’alba dell’anno 2034, un supercomputer di ultima generazione SK-6000, viene installato nella stazione radioastronomica Falcon Zeta della città italiana di Massigallia. Alla Falcon, un team di ricercatori sotto stretto contatto con il Seti, sono suddivisi in differenti turni per coprire tutto il ciclo di 24 ore e non lasciarsi sfuggire ogni possibile occasione di captare ogni sorta di segnali che riescano ad arrivare fino al pianeta Terra. Il turno di notte spetta a Max Petrelli, un giovane ricercatore laureato in astrofisica, non molto avvezzo con il nuovo arrivato della Tripla I. Fra lui e il computer si istaura un rapporto a dir poco singolare e in una notte apparentemente come tante altre, uno strano messaggio sembra essere giunto da molto, molto lontano.

Non mi è stata data una spiegazione esauriente per questa decisione, non è forse questo che fanno gli esseri umani? Compiere azioni in preda agli istinti emotivi?

E’ semplicemente sconcertante scoprire dopo secoli e secoli di ricerche sofferte, sulle evoluzioni delle specie animali e, in generale, sugli esseri viventi che tutto alla fine si riduca nello squallido paradigma che ricorre la supremazia del più forte dei confronti del più debole.

Una persona cerca sempre di ragionare razionalmente, di trovare delle risposte logiche e scientifiche. Tuttavia, è risaputo che ci sono forze nell’Universo che non comprendiamo del tutto e che non siamo ancora in grado di vedere e riprodurre.

12583733_10207677142320638_61517788_n

Tutti hanno qualcuno a cui confessare i segreti più intimi, se sono fortunati, e se lo sono ancor di più, quella persona saprà essere uno scrigno vivente in grado di custodire le emozioni più forti, le paure più recondite, i desideri mai esternati e i sogni più irraggiungibili o semplicemente inconfessabili.

La matematica è la lingua universale che regola la vita stessa, tutto è regolato e riconducibile alla matematica, anche nella natura.

AMAZON – GOODREADSAUTORE

Alethé di Federica Caglioni – Recensione

Nel mese di Ottobre ho letto pochi autori esordienti, ma ho voluto scoprire questa storia di un’autrice italiana, con una copertina fantastica, che sembrava rispecchiare esattamente i miei gusti.
copertina-11
Trasferirsi in un’altra città non è semplice ma Kelia deve farlo se vuole sapere qualcosa sui genitori che non ha mai conosciuto. Sa che, qualunque cosa scoprirà su di loro, la sua vita non sarà più la stessa. Ciò a cui non è preparata è l’imprevedibile piega che prende la sua vita. Sono coincidenze o forse c’è qualcosa dietro ai misteriosi oggetti che compaiono dal nulla e agli strani sogni che minacciano di accadere davvero? Kelia si trova davanti a una scelta difficile: credersi pazza oppure fidarsi di Alex, uno sconosciuto che dice di sapere la verità. Quando scopre che anche la sua famiglia è coinvolta, non può fare altro che accettare una realtà ben più complessa e pericolosa di quanto si sarebbe mai aspettata. Sarà costretta a scegliere da che parte stare, ma ogni decisione ha un prezzo e quello che lei dovrà pagare sarà ben più alto di quanto avesse mai immaginato.

Kelia è la protagonista di questa storia, rimasta orfana ha vissuto con il nonno in Irlanda. La voglia e la curiosità di sapere di più sulla sua famiglia l’hanno sempre accompagnata in passato, finché non ha preso la decisione di partire per l’America e scoprirlo da sola.  Infatti, non conosce esattamente le motivazioni e gli avvenimenti che hanno portato alla morte i suoi genitori.

Sarebbe andata a vivere a casa della zia Rose per qualche mese, sua cugina si è trasferita al college lasciando la sua camera vuota.

E’ proprio in questa camera, Kelia scopre che tutto quello che è successo prima della sua nascita non era esattamente normale; inizia ad avere diversi incubi e visioni che riguardano angeli e avvenimenti sovrannaturali. Prova ad investigare, chiedendo aiuto alla zia, ma senza risultati. Sembra, infatti, che la sua famiglia non sappia niente, oppure, molto più probabile, faccia finta di non sapere nulla.

Già dal prologo la storia sembra interessante. Aleggia un enorme mistero che porta il lettore a continuare la lettura alla ricerca di qualcosa di più.

Kelia in questa nuova città deve farsi degli amici, fra questi uno dei personaggi che mi ha colpito maggiormente è stato Alex, si scontrano per sbaglio, ma per un caso del destino non possono separarsi. Sono legati l’uno all’altra e anche se sono nemici mortali entrambi riescono a fidarsi uno dell’altro e a sostenersi a vicenda. Alex rappresenta un po’ il grillo parlante della storia, cerca di aiutare Kelia a prendere la strada più giusta anche senza rivelarle troppo delle sua natura, ma non è così semplice e proprio quando Kelia decide di allontanarsi da Alex per aiutare un amico le cose si complicano!

Kelia non può fidarsi di nessuno, perché tutti in un modo o nell’altro non si sono rivelati chi dicevano di essere.

Devo dire che ultimamente riesco a scovare il segreto della storia già dalle prime pagine, ma Federica ha saputo prendermi in giro senza farmi scoprire fino alla fine tutti i misteri nascosti fra le righe.

Ho notato che in alcuni punti le descrizioni e i pensieri di Kelia sono molto fitti e questo ha rallentato un po’ la mia lettura. Ma in compenso la storia procede spedita e in ogni capitolo viene inserito un piccolo particolare, un oggetto e un tassello che aiutano a procedere nella lettura. La storia non si chiude con l’ultimo capitolo, mi sembra di capire che ci sarà un seguito perché la guerra degli angeli è appena iniziata!

Se siete dei lettori fantasy e vi piacciono gli angeli, non potete perdervi questa storia!

  • Consigli di lettura: Se amate le storie sugli angeli, non potete assolutamente perdervi questa avventura molto originale!

Pagina 99 – Alethè di Federica Caglioni

Dicono che per capire se un libro ti piacerà basti leggere la 99esima pagina.

Vi invito a postare una frase a scelta dal libro che state leggendo in questo momento, rigorosamente da pag. 99!

20151026_141806_resizedIO STO LEGGENDO Alethè di federica caglioni.

“Cosa vuoi tu da me?” All’inizio non risponde. Si limita a fissarmi, con lo sguardo sbarrato e la mascella contratta. “Cosa vuoi?” 

“Voglio solo avere qualcuno con cui parlare” dice, cauto.

“E perché dovrei essere io?”

“Perché sei l’unica che può vedermi”

“Che vuol dire? Cosa sei?” chiedo spaventata.

“Nulla di orribile” dice, ironico. “In fondo sono ancora un essere umano, solo che…” si ferma. “E’ meglio che te lo mostro” si sposta verso il muro della cucina e guardandomi per alcuni istanti, si fa pensieroso.