Hydra, Il segreto degli abissi – Recensione

zdfdHydra, il segreto degli abissi di Barbara Riboni
“Quando l’azzurro di due occhi ti trascina negli abissi devi solo cercare di restare viva..”

1901831_680360525407878_8003038937304391900_nAmmetto di avere un debole per il blu e per l’azzurro, adoro l’armonia di questi colori e il modo in cui sono stati descritti e inseriti in questa storia. Vittoria è una ragazza di Milano circodata da tutti i soldi e gli agi che il lavoro di suo padre può affrirle, ha tutto quello che desidera, ma non è sicuramente la figlia modello, nè ha una famiglia alle spalle. Il padre è sempre lontano per lavoro ma continua a controllarla a distanza, mentre lei si dedica alla sua vita di divertimento con una carta di credito sempre a sua disposizione. Ma cosa succederebbe se proprio quella carta di credito diventasse l’unico modo per constringere Vittoria a seguire tutti gli ordini del padre? Per lei i soldi sono tutto, non potrebbe vivere senza, perciò diventano un’arma di ricatto e Vittoria è costretta a mollare tutto, prendere un aereo e partire per le Maldive, in un resort di proprietà di suo padre. Qui, starà lontano da tutti i pericoli della città e forse riuscirà a mitigare il suo carattere.

“Io non mi preoccupo di come posso apparire agli altri e di quello che pensa in generale la gente di me, perché la verità è che non mi interessa affatto la gente.”

Vittoria non riesce ad adattarsi facilmente e nemmeno a fidarsi di chi la circonda, vuole soltanto che queste due settimane alle Maldive passino più in fretta possibile, non riesce nemmeno a godersi il bellissimo mare e i paesaggi fantastici che le offre il villaggio in cui è atterrata, vuole solo tornare al suo shopping, alla sua cioccolata e alla compagnia della sua migliore amica Camilla.

“Io non sono socievole, non sono empatica. Io non mi avvicino a nessuno perché nessuno vale la pena di essere avvicinato.”

Tutto cambia quando intravede in mezzo al mare due occhi azzurri, ma lo scambio di sguardi è troppo veloce e lei non si dà pace. Vuole trovarli.

“Quella percezione, unita alla forte attrazione che senza dubbio provavamo uno per l’altra, mi spingeva a cercarlo continuamente nella folla.”hydra-victoria-1

Si specchia in ogni sguardo, in ogni ospite del resort per ritrovare i suoi occhi, ma non riesce a trovarli. Finchè non sono proprio loro a trovare lei, a rubare la sua cioccolata e a sbirciarla mentre prova inutilmente ad addattarsi alle spiagge delle maldive come una perfetta turista. Ma quello che non sa, è che c’è ancora qualcosa dietro agli occhi azzurri di quel ragazzo tanto strano, che nessuno ha mai visto, un posto popolato da creature mistiche, dai custodi e da strani fiori che provocano effetti collaterali a chi li beve. Un posto in cui scoprirà l’attenzione per la famiglia, grazie al custode del fuoco, il valore dell’amicizia, grazie al custode dell’aria. Scoprirà anche che la sua prima impressione non è sempre giusta e che..

“Alla fine il lupo era meno cattivo di quello che avrebbe voluto far credere e l’agnello molto più determinato di quello che apparentemente si era indotti a pensare.”

..e infine capirà il valore dell’amore e che è disposta a tutto pur di non perderlo anche a rinunciare agli agi della vità e alla cioccolata.

 “Tu mi hai insegnato che non è la misura del peso che reggi ad essere importante, ma è la vicinanza di chi ti aiuta a sopportarlo che fa la differenza.”

E dopo aver letto questa storia credo di aver imparato anche io qualcosa, ci sono dei valori e delle emozioni che non devono essere sottovalutati. Spesso ci affanniamo a cercare delle soluzioni e non ci accorgiamo che le abbiamo proprio sotto il naso e che un nostro piccolo gesto può cambiare o aiutare qualcuno. Lo consiglio a tutti coloro che hanno bisogno di viaggiare con la mente in questi bellissimi posti, diperdersi negli occhi blu di Noah e di rimanere affascinati dalle Nèridi che illuminano il cielo di Hydra.

adasdas

 Voto: 5/5

Età di lettura: Maggiori di 16 anni.

 

Recensioni / , ,

Informazioni su Ale

Aspirante Ingegnere di 23 anni, "salsera" di notte, lettrice e blogger nel tempo libero che diminuisce esponenzialmente. Odio i canditi, la cannella e il cocco. Odio le persone poco precise e quelle perennemente in ritardo. Amo la puntualità e il silenzio, la Nutella e la Cheesecake. Scrivo per necessità, non sempre le parole riescono a stare dentro a lungo.