Ninni, mio padre di Roberto Sapienza con Vittorio De Agrò – Citazioni

Cosa ho sottolineato questa volta? Venite a scoprirlo!

 

Ognuno di noi eredita qualcosa dai propri genitori e poi rielabora a modo suo.

Ma Domineddio non la pensa così. Dispone le cose come meglio Gli aggrada, incurante dei destino degli uomini, del loro dolore. E gli uomini si illudono di poter disporre del tempo , di progettare un futuro, di poter fare i conti senza l’oste, che è onnipotente. E fa e disfà, e crea e uccide, secondo le sue bizze misteriose.

Un uomo è tale se ha uno scopo, un obbiettivo, un progetto.

[…]ti invito a non nutrire mai sentimenti di invidia e gelosia. Sono compagne di vita orribili. Le ho provate e scontate sulla mia pelle, ma oggi, se fossi vivo, potrei ancora guardare tutti a testa alta. Altri invece, ovunque siano, staranno ancora pagando per la loro meschinità morale e intellettuale.

[…] Lo sai come funziona in Sicilia, Roberto. Catania è nella Trinacria e non fa eccezione. Basta una vaga diceria, un’infondata calunnia, un vociferato sospetto, una chiacchiera tra comari e ci si può ritrovare con un’etichetta infamante addosso. Puoi essere un mafioso, un parassita, un poco di buono, ma guai se la gente dubita della tua virilità.

RECENSIONE
AMAZON

Precedente Senza fare rumore di Rosa Campanile - Cover Reveal Successivo 5 titoli in edizione economica!