Il ragazzo degli scarabei di M. G. Leonard – Libri per bambini e ragazzi

Il ragazzo degli scarabei di M. G. Leonard – 10 gen 2017

Non è mai facile riuscire a trovare dei libri per ragazzi in libreria, a me viene sempre difficile trovare quello giusto!
Vorrei che il libro divertisse e nello stesso tempo insegnasse qualcosa, ad esempio, da piccola ho letto “Il mago dei numeri” era un libro apparentemente noiosissimo, parlava di un mago che voleva insegnare la matematica ad un bambino che di libri non voleva nemmeno sentirne parlare. Ecco “Il ragazzo degli scarabei” mi ha ricordato proprio “Il mago dei numeri”.
In questo caso l’autore Leonard ci parla di insetti, che normalmente sono odiati dai bambini! (Li odio anche io che di anni ne ho 24!). Ma forse in questa storia, Darkus, non è per niente spaventato dagli insetti, anzi, potrebbero diventare anche buoni amici! Che ne dite?

51tygxldvyl-_sx335_bo1204203200_La vita di Darkus fa decisamente schifo. Da quando suo padre è scomparso nel nulla, tutto è andato a rotoli. Darkus si è ritrovato solo al mondo, a vivere in una casa che non conosce con uno zio che non sa badare a lui. Come se non bastasse, i vicini sono due tizi a dir poco disgustosi che accumulano montagne di immondizia e di insetti nel cortile.

E proprio da lì Darkus vede spuntare uno scarabeo gigante, il più grande che abbia mai immaginato. Si chiama Baxter e sembra in grado di comunicare con Darkus.

Ma un ragazzino può davvero diventare amico di un insetto? E un insetto può aiutare un ragazzino a ritrovare il padre scomparso?

Pare proprio di sì. Soprattutto se l’unica al mondo ad avere notizie del papà di Darkus è Lucretia Cutter, una perfida collezionista di gioielli a forma di scarabeo…


Età di lettura: da 10 anni.
Copertina rigida: 320 pagine
Editore: De Agostini (10 gennaio 2017)
Collana: Le gemme
Kindle: € 6,99 Cartaceo: € 14,90
AMAZON
Anteprime e Segnalazioni / , ,

Informazioni su Ale

Aspirante Ingegnere di 23 anni, "salsera" di notte, lettrice e blogger nel tempo libero che diminuisce esponenzialmente. Odio i canditi, la cannella e il cocco. Odio le persone poco precise e quelle perennemente in ritardo. Amo la puntualità e il silenzio, la Nutella e la Cheesecake. Scrivo per necessità, non sempre le parole riescono a stare dentro a lungo.

I commenti sono chiusi.