Il cavaliere d’inverno di Paullina Simons – Recensione

E’ difficile parlare di un libro così, 700 pagine che si leggono in un batter d’occhio!

13115457_10208488128834794_581771082_nIl cavaliere d’Inverno è una storia ambientata nella Leningrado del 1941, prima e durante lo scoppio della guerra. Da una parte abbiamo i russi dall’altra i tedeschi che si combattono senza pensare alle numerose vittime che si porta dietro ogni scontro.

Tatiana è una ragazza di 17 anni, vive con il gemello, una sorella più grande e la sua famiglia, in casa lavorano tutti e si considerano benestanti per le condizioni dell’epoca. Tania non si è mai dovuta preoccupare di niente, è una ragazza sorridente e spensierata, ogni tanto dimentica che ha la testa sul collo. Nessuno le ha mai dato troppe responsabilità, viene considerata la piccola della casa.

imagesQuando, per la prima volta, il padre è costretto a mandarla a fare la spesa, si perde numerose volte e si distrae continuamente. Per fortuna, prima di combinare guai, incontra Alexander, un soldato dell’armata rossa. Ha qualche anno in più rispetto a lei e appena la vede in difficoltà prova un senso di protezione nei suoi confronti e decide di aiutarla.

L’incontro tra i due ragazzi è il primo di una lunga serie, non riescono a stare lontani l’uno dall’altra e con la guerra che incombe la vita si fa sempre più difficile. Pian piano le provviste inizieranno a scarseggiare, la famiglia di Tatiana è costretta a lavorare continuamente per guadagnare qualcosa in più e conservare più cibo possibile per l’inverno.hqdefault

Il modo in cui questa autrice riesce a descrivere i momenti di questa storia, è assolutamente unico. La Simons riesce ad immergerti completamente nello stato d’animo dei personaggi. Sei costretta a vivere in simbiosi con loro, senti il loro stesso dolore, il loro freddo e la loro fame. Perché quando la guerra è vicina, resta solo un po’ di pane nero da mangiare e meno si mangia più è difficile resistere all’inverno e scappare dalle bombe.

In queste condizioni, la gente lotta anche solo per un pezzo di pane e cerca di sopravvivere almeno un altro giorno fino alla razione successiva. L’unica persona in cui la famiglia può contare è proprio Alexander, che essendo un soldato, ha dei privilegi in più rispetto ai cittadini di Leningrado. Il ragazzo farà di tutto per tenere la famiglia di Tatiana in vita.

6RIAN_00002153.LR.ruMa se a mettere i bastoni fra le ruote a Tatiana e Alexander non fosse solo la guerra?

Un amore impossibile dietro molti punti di vista, è davvero difficile pensare ai sentimenti quando il rumore delle bombe è capace di nascondere tutto il resto.

Ci sarebbero così tante cose da dire su questo libro, ma non voglio rovinarvi tutta la sorpresa. Ho avuto l’opportunità di leggere questa storia senza sapere nulla della trama, è stata una piacevole scoperta.

Non vedo l’ora di leggere il seguito, credo che questa autrice meriti davvero.

Una storia d’amore intensa, piena di colpi di scena che vi faranno tremare il cuore! Gioia e dolore non sono mai stati così vicini.

Se volete leggere un estratto, trovate sul blog (Il cavaliere d’inverno di Paullina Simons – Pagina99) la citazione a pagina 99!

Recensioni / , ,

Informazioni su Ale

Aspirante Ingegnere di 23 anni, "salsera" di notte, lettrice e blogger nel tempo libero che diminuisce esponenzialmente. Odio i canditi, la cannella e il cocco. Odio le persone poco precise e quelle perennemente in ritardo. Amo la puntualità e il silenzio, la Nutella e la Cheesecake. Scrivo per necessità, non sempre le parole riescono a stare dentro a lungo.

I commenti sono chiusi.