Apoptosis di Renato Mite – Recensione

Stamattina vi parlo di Apoptosis, un romanzo autopubblicato. E’ ambientato in un futuro non troppo lontano, in cui la medicina è stata rivoluzionata dall’invenzione della Patoneuroscopìa, un metodo di diagnostica che prevede di monitorare anche da casa le condizioni di ogni paziente analizzando il sistema nervoso tramite il PNS, un dispositivo collegato alla rete della sanità pubblica.

20151026_141752_resized
La società HOB Medicines ha rivoluzionato la medicina con la Patoneuroscopìa, l’indagine diagnostica attraverso il sistema nervoso, e ha creato il PNS, un dispositivo per la diagnosi personale collegato alla P.A. Net, la rete digitale per la sanità pubblica. Tutti indossano un PNS, ma alcuni dubitano della sua efficienza: George Tobell, il ricercatore che ha aperto la strada alla Patoneuroscopìa, affetto da una neuropatia causata da un prototipo del PNS; e Matthew Jaws, un hacker ossessionato dalla HOB che vuole vederci chiaro sulla sorte degli antesignani, leggendari malati oggetto della sperimentazione HOB. Quando George muore, Matthew viene in possesso del suo trattato sulla Patoneuroscopìa che getta le prime luci sui segreti della HOB. Matthew si fa assumere nella sala di controllo della P.A. Net dell’HOB Building, dova lavora anche l’analista che ha stretto un accordo con il magnate della HOB per la cattura dell’hacker della loro rete. Nei laboratori del grattacielo lavora un giovane ricercatore, Jason Stemberg, che scoprirà che chiunque usi il PNS è in pericolo. Il parossismo è imminente e li coinvolgerà tutti.

Immaginiamo un’invenzione che, analizzando i dati di ogni paziente, possa prevenire alcune malattie intervenendo nel modo più veloce e più opportuno, geniale no? 

I medici non avrebbero bisogno di studiare a fondo i sintomi e le cause di ogni malattia. Utilizzano i computer, analizzano i dati ed effettuano una diagnosi. E se il PNS non fosse in grado di avere un quadro generale di tutti i sintomi? Se durante la sua analisi perdesse qualche parte importante?

Matt e Billy sono due ragazzi con una grande passione per l’informatica e la tecnologia. Sono proprio loro che iniziano ad avere dei dubbi sul funzionamento del PNS, ma non possono esserne sicuri perché non hanno libero accesso ai dati della sanità pubblica.

Matt è convinto che molte malattie non vengano diagnosticate correttamente. Vuole vederci chiaro sugli antesignani, coloro che hanno presentano degli effetti collaterali ma che in qualche modo sono stati trascurati.

I due ragazzi vorrebbero dimostrare che la società privata che si occupa della realizzazione del dispositivo, la HOB, nasconde qualcosa, perché purtroppo non è sempre oro ciò che luccica.

Sono rimasta davvero colpita da questo thriller fantascientifico, sono una studentessa di Ingegneria biomedica quindi potete capire quanto questa storia ricca di dispositivi medici ed informatici possa aver attirato la mia attenzione. Era da anni che cercavo un romanzo che parlasse di quello che sto studiando e di cui sono appassionata.

Ho adorato l’affiatamento con cui i due ragazzi vogliono scoprire la verità, è ammirevole la forza di Matt nel voler raggiungere il suo obbiettivo. Cercare di scoprire se questi ricercatori hanno creato qualcosa che potrebbe mettere in pericolo l’intera popolazione.

12650749_10207721633192882_1118797118_nMatt è abbastanza esperto in informatica da scoprire molti dati insabbiati e nascosti. Ma nello stesso tempo è consapevole che portare la HOB alla chiusura significa non riuscire a curare gli antesignani, coloro che hanno accusato i sintomi causati dal PNS.

La cosa bella di questo libro è che apparentemente potrebbe sembrare una storia troppo specifica. Nella sinossi vengono utilizzate delle parole forse un po’ complesse e non alla portata di tutti. Ma vi assicuro che è molto scorrevole e si legge tutto d’un fiato.  I Dialoghi sono ironici e simpatici, questo mix di mistero, fantascienza e informatica è stato davvero geniale, a prescindere dalle vostre conoscenze in merito sono sicura che potrebbe piacervi.

Quando la mattina mi sveglio con il pensiero di finire una lettura capisco che merita davvero 5 stelle!


La scelta del libro di questo mese per il “Domino Letterario” è collegata al libro scelto dalla blogger Maria del blog Words che ha scelto Tutta colpa di quella dannata bottiglia di Vodka, mi sono ricollegata pensando alla copertina bianca.
Cos’è il Domino Letterario?

Clarissa, del blog Questione di libri ha riportato un’idea creata da alcune booktubers.

Ogni mese verrà stilata una lista di partecipati e in ordine sceglieranno un libro che si collega al precedente per qualche motivo. Copertina, autore, casa editrice… a suo gusto!
Alla fine del mese verranno pubblicate le recensioni seguendo appunto il calendario stilato in precedenza.

Blog che partecipano al Domino letterario del mese di Gennaio 2016
Recensioni , ,

Informazioni su Ale

Aspirante Ingegnere di 24 anni, lettrice e blogger nel tempo libero che diminuisce esponenzialmente. Odio i canditi, la cannella e il cocco. Odio le persone poco precise e quelle perennemente in ritardo. Amo la puntualità e il silenzio, la Nutella e la Cheesecake. Scrivo per necessità, non sempre le parole riescono a stare dentro a lungo.

Precedente Carnacki di William H. Hodgson - Estratto Successivo Eleinda 2 di Valentina Bellettini - Cover Reveal
  • Grazie Ale!
    La tua recensione mi fa molto piacere. Sei riuscita a descrivere i punti salienti del libro, poi i complimenti sulla lettura scorrevole e il pensiero di finire la lettura sono un gran riconoscimento. La cosa che più mi emoziona è sapere che cercavi una storia così e la mia ti ha colpito e appassionato.

    Ciao,
    Renato

  • Deb_Leggendo Romance Blog

    Ecco vedi, la recensione mi ha rassicurato, in effetti la sinossi mi aveva un po’ spaventato XD